barzellette per adulti - pag. 5

HOME PAGE INDIETRO PAG. PRECEDENTE PAG. SUCCESSIVA




Una suora va dal ginecologo e gli spiega preoccupata che tutte le volte che fa il bidè trova dei francobolli nella passera. Il dottore la visita, guarda e dice: -"Ma che francobolli! Questi sono bollini Ciquita!"


Un uomo con un forte dolore che incomincia alla parte destra della testa e arriva giù fino al testicolo destro va dal medico che gli consiglia una semplice aspirina. Dopo un mese però il dolore è sempre presente, per cui decide di farsi vedere da un eminente specialista svedese il quale pone un unico rimedio: -"Mi dispiace, ma l'unico rimedio è quello di asportare il testicolo destro; vedrà che dopo scomparirà anche il mal di testa". L'uomo dapprima rifiuta una terapia cosi drastica, ma poichè il dolore persiste sempre più forte alla fine decide di tornare dal luminare svedese che lo opera togliendogli il testicolo destro. Alcuni mesi dopo però l'uomo ripresenta un forte dolore alla testa dalla parte sinistra che arriva giù fino al testicolo sinistro. Ancora una volta la terapia con aspirina del medico curante fallisce, per cui l'uomo decide di ritornare dall'eminente specialista svedese. La diagnosi e purtroppo la terapia risultano come la prima volta. Dopo aver molto tergiversato alla fine l'uomo non resiste più al dolore e decide di seguire i consigli del dottore e si fa togliere anche il testicolo di sinistra. Alla dimissione dalla clinica svedese dopo l'intervento l'uomo si lamenta col dottore: -"Ma adesso senza testicoli la mia vita non ha più senso; cosa posso fare?". E il dottore: -"Non si disperi! La vita è ancora bella! Vada a farsi una bella vacanza alle Maldive. Qui subito fuori dalla clinica c'è un negozio di viaggi che vende anche tutto l'occorrente per il mare". L'uomo decide di seguire il consiglio dell'eminente luminare e si presenta al negozio. Il titolare espertissimo lo inquadra subito e gli dice: -"Ho capito tutto. Lei ha bisogno di una camicia taglia 48, pantaloni taglia 50 e mutande 4a misura". L'uomo replica: -"Giusto per la camicia e per i pantaloni, ma mi dispiace per le mutande ha sbagliato: io porto la 3a misura". -"No, guardi, io faccio questo lavoro da 30 anni e non mi sbaglio mai! Lei porta una 4a misura. Vede, se lei portasse una 3a misura le verrebbe prima un gran mal di testa e poi questo arriverebbe giù fino ai testicoli...".


Su una strada in Sicilia un milanese sta viaggiando in auto quando all'improvviso da un cespuglio esce un uomo con còppola e lupara che ferma l'auto. L'uomo armato dice: -"Scendi e mastùbbati!". L'autista, anche se perplesso, non può che obbedire e si masturba. Finito il servizietto il siciliano dice -"Mastùbbati ancora!" e l'autista sempre più perplesso si masturba di nuovo. Tutto questo altre 3 volte... La sesta volta il milanese: -"Senta, se vuole spari pure, ma non ce la faccio più". Allora il siciliano, in direzione del cespuglio da cui era uscito poco prima, grida: -"Concettina! Vieni pure, che un signore si è gentilmente offerto di accompagnarti a Palermo!".


Tre uomini sono in fila al cospetto di San Pietro, per entrare in paradiso. Il primo racconta la sua storia: -"Eccellenza, per lungo tempo ho sospettato che mia moglie mi tradisse, così oggi sono tornato a casa prima per coglierla sul fatto. Appena sono entrato nel mio appartamento al venticinquesimo piano ho subito percepito che c'era qualcosa che non andava.. Ma ho cercato dappertutto e non sono riuscito a trovare il tipo. Finalmente esco sul balcone ed eccolo lì, appeso al balcone, a 25 piani dal marciapiede. A questo punto ero incazzato come una bestia, e comincio a dargli calci, ma lui niente, non cade. Così piglio un martello e comincio a martellargli le dita e così finalmente cade giù. Ma dopo una caduta di 25 piani, atterra su una siepe, è intontito ma non è morto. Non riesco a resistere, vado in cucina, prendo il frigorifero e glielo lancio addosso, uccidendolo sul colpo. Ma a causa della rabbia mi sono beccato un infarto, morendo lì, sul balcone". -"Sembra proprio che tu abbia avuto una morte terribile" dice San Pietro, ed ammette l'uomo in paradiso. Arriva il turno del secondo uomo che comincia: -"Eccellenza, è stato un giorno molto strano. Vede, io abito al ventiseiesimo piano del mio palazzo, ed ogni mattina faccio ginnastica sul mio balcone. Stamattina devo essere scivolato su qualcosa, mi sono sbilanciato e sono cascato oltre la ringhiera. Per fortuna però sono riuscito ad aggrapparmi alla ringhiera del balcone dell'appartamento sotto al mio. Ad un tratto esce fuori questo tipo sul balcone. Io ho pensato di essere salvo finalmente, ma questo comincia a picchiarmi ed a darmi calci. Mi sono tenuto con tutte le mie forze fino a quando il tipo non è rientrato nell'appartamento a prendere un martello con il quale ha cominciato a martellarmi le dita. A questo punto ho mollato, ma ho avuto di nuovo fortuna, cadendo in una siepe dopo un volo del genere. Ero intontito, ma per il resto tutto a posto. Quando cominciavo a pensare che tutto sarebbe andato per il meglio e mi sarei ripreso ecco che arriva questo frigorifero dal cielo e mi schiaccia sul posto, ed eccomi qui...". Ancora una volta San Pietro deve ammettere che si tratta di una morte parecchio terribile. Il terzo uomo arriva davanti a San Pietro, che gli chiede la sua storia, e quello comincia: -"Eccellenza, si immagini questo... Sono lì, nudo e nascosto dentro un frigorifero....".


HOME PAGE INDIETRO PAG. PRECEDENTE PAG. SUCCESSIVA SU
per suggerimenti, correzioni, rettifiche, ecc. scrivi al webmaster XmX

 

Fiori di Bach
a domicilio...