barzellette per tutti - pag. 1

HOME PAGE INDIETRO PAG. SUCCESSIVA




Un uomo muore e va all'inferno. Qui c' Satana che gli fa una proposta: "Mi sei simpatico, puoi scegliere se andare all'inferno Tedesco o a quello Italiano: all'inferno Tedesco starai tutto il giorno con una pala a spalare la cacca". E l'uomo: "E a quello Italiano?" E Satana: "starai tutto il giorno con una pala a spalare la cacca". L'uomo: "Ma allora quello Italiano uguale a quello Tedesco!" Satana: "Beh vedi, non proprio cos. In quello Italiano un giorno manca la pala, un giorno manca la cacca....."


Un paziente: -"Dottore, la mia famiglia crede che io si matto!" -"Perchè?" chiede il medico. -"Solo perchè mi piacciono le salsicce!" risponde l'uomo. -"Non capisco, anche a me piacciono le salsicce!" e il paziente, eccitato: -"Davvero? Allora dovrebbe passare a vedere la mia collezione, ne ho migliaia!!!"


Un contadino ha un maiale grassottello. Un giorno gli si presenta un tizio in divisa e dice: -"Che bel maiale!, che gli dà da mangiare?"   Il contadino: -"Ah, lui mangia tutto: gli dò gli avanzi, gli animali morti, tutte le schifezze che devo buttare."   Il tipo: -"Vergogna! Sono una Guardia Veterinaria! Questo è maltrattamento agli animali! 100.000 Lire di multa!"   Una settimana dopo passa un altro tizio in divisa e dice: -"Un gran bel maiale!, che gli dà da mangiare?"   Il contadino, sospettoso: -"Ah, la mattina il cappuccino e il cornetto, a pranzo le tagliatelle col ragù e a cena la bistecca."   Il tizio: -"Vergogna! Sono della «Lega contro la fame nel mondo»! Ci sono dei bambini che muoiono di fame e lei ad un maiale dà queste primizie! 100.000 Lire di multa!"   Una settimana dopo passa ancora un altro tizio in divisa e dice: -"Veramente un bel maiale!, che gli dà da mangiare?"   e il contadino: -"Ah, non lo so, io gli dò 10.000 Lire e lui se lo va a comprare da solo!"


E' una domenica d'estate con pochissimo traffico e Giovanni Paolo II è in viaggio, con una lussuosa limousine nera, verso la sua residenza estiva di Castel Gandolfo. Dal sedile posteriore, attraverso il finestrino fumè, guarda fuori e pensa: -"Ho tutto, sono a capo del Mondo, ma rimpiango quando ero solo cardinale e potevo far tutto, sciare, scalare, guidare..." poi guarda il suo autista e pensa: -"quello là non è nessuno e può fare quello che gli pare... a me piaceva molto guidare, ed ora invece..." gli viene un idea, e bussa al vetro: -"Battista, presto, accosta, fèrmati!" -"Ecco fatto, Santità, che c'è?" -"Presto, dammi il tuo berretto e passa dietro, guido io!" -"Ma che dice, Santità, non posso farlo, se succede qualcosa o qualcuno la vede!" -"Figliuòoolo, fai come ti dico, io sono il Papa, sono infallibile, eppoi non c'è nessuno!" -"E va bene, Santità, ma vada piano..." scavalcando il divisorio di vetro scuro si scambiano di posto, il Papa mette il berretto, ingrana la marcia, e ...parte a razzo. L'autista, preoccupatissimo: -"Oddìo, Santità, non corra così!" e lui: -"Tranquillo, figliuòoolo, la Madonna Nera veglia su di me, non c'è pericolo!" e, eccitato, corre ancora di più. Dietro una curva però è appostato un agente motociclista, e appena la limousine passa rombando, parte all'inseguimento. -"Oh mio Dio, Santità, e adesso che si fa?" -"Non preoccuparti, figliuòoolo, la Madonna ci assiste, andrà tutto bene, tu non farti vedere!". Il Papa rallenta, accosta e si ferma. L'agente si ferma dietro di loro, scende dalla moto e si avvicina: -"Bene, bene! Si corre, eh? documenti!". Il Santo Padre abbassa lentamente il finestrino scuro e: -"Buongiorno, figliuòoolo, avevamo i nostri motivi per correre, ma pagheremo!". L'agente, allibito, balbetta: -"Ma... ma... Lei è... ...Santità... vada, vada pure, mi scusi..." e si genuflette. -"No, no, figliuòoolo, debbo pagare la multa!" -"Ma si figuri, Santità, non posso farlo, vada..." -"Insisto, figliuòoolo, io sono il Papa e ho l'obbligo morale di essere onesto, ti comando di multarmi!". L'agente in ginocchio, rassegnato, a capo chino sbircia l'auto e obbedisce; dopodichè il Papa lo benedice, lo saluta e riparte a razzo. L'agente corre alla centrale, sconvolto, e piomba dal suo capo: -"Mamma mia, chi ho multato, chi ho multato!..." e lui: -"Beh, calmati, chi sarà mai... ...il Sindaco?" -"No, no, di più..." -"Vabbè, hai multato Andreotti? Non è tanto grave..." -"No, no, di più..." -"Allora chi, Clinton?, non sapevo che fosse in Italia..." -"No, no, di più..." -"Ehhh!, esagerato!, e chi sarà mai...!" -"Senta, capo, chi fosse non lo so, ma... aveva il Papa come autista!!!"


HOME PAGE INDIETRO PAG. SUCCESSIVA SU
per suggerimenti, correzioni, rettifiche, ecc. scrivi al webmaster XmX

 

Fiori di Bach
a domicilio...