Italia Bpath Network
 

campagna
Stevia libera!

di XmX
Nuovomondo di XmX - tutti i diritti riservati

rif. 110902-090603

HOME PAGE INDIETRO

Le multinazionali non perdonano, quando si intaccano i loro interessi. Figuriamoci dunque se potevano tollerare che la Stevia continuasse a diffondersi liberamente, prendendo sempre più piede fra tanti appassionati, come dolcificante economico e non brevettabile...
E dunque, non vi agitate troppo e non disturbate la Euganea Floricoltori con le vostre richieste della pianta, perché tanto non ce l'hanno più, e hanno persino tolto la relativa pagina di notizie e ricette dal loro sito.
Abbiamo dunque indagato con diverse telefonate alla Euganea.
Nel motivare l'abbandono, i diversi addetti con cui abbiamo parlato, pur gentilissimi, sono tutti stati un bel pò nebulosi o contraddittorii:  "c'erano poche richieste" (sic!) oppure  "sì, andava bene ma non abbiamo spazio" o anche  "l'importatore ha avuto una grave morìa di piante per malattia"...

Insomma, forse vi sono sotto pressioni od ostacoli che ne hanno portato all'abbandono, forse no.  Assai verosimilmente è un primo successo degli interessi della grande industria chimico-farmaceutica, nella sua guerra per evitare che divenga di uso generale a discapito dei loro preziosi (e dannosi) dolcificanti sintetici.  Inoltre si dice - ma dobbiamo ancora verificare - che una ditta belga ne abbia richiesto il brevetto di clonazione.
Forse queste sono solo paranoie, ma di questi tempi...

Morale, la cara piantina è purtroppo diventata assai difficile da reperire, e se nessuno fa nulla, tra breve sarà solo un bel ricordo per chi l'ha conosciuta.  Le multinazionali della chimica avranno così un nemico in meno... ...e noi qualche cancro in più.

Che facciamo, rinunciamo per sempre alla Stevia?
No!!!
Piuttosto, organizziamoci.
Nasce la "campagna Stevia libera",
con l'aiuto di tutti i lettori!

  Éccone i metodi e gli obiettivi:
  •  cercare sulle Pagine Gialle alla voce "vivai", alla ricerca di qualcuno che ancora abbia rimanenze di Stevia, acquisitarne qualcuna e iniziare subito a riprodurla per talea.

  •  informare i vivaisti che ancora avessero la Stevia della situazione creatasi, incoraggiandoli a riprodurla per talea o per seme.

  •  una volta trovato chi abbia piantine, informare subito tutti con un messaggio sul nostro forum dedicato.

  •  informare i vivaisti di cui sopra che la Stevia ha i suoi appassionati (tutti possibili clienti!) e che spedendola via corriere potrebbero venderne moltissime, godendo del tam-tam e della nostra pubblicità gratuita dal forum.

  •  ogni appassionato, se può e senza impegno, dopo averla riprodotta potrà scambiarla con altri tramite il forum, spedendola via corriere o per posta prioritaria, col solo rimborso della spedizione o (perché no) a pagamento.

  •  in seguito o nello stesso momento (secondo il numero delle piante reperite o riprodotte) partire con una azione individuale di ripopolamento delle nostre campagne e degli spazi verdi pubblici (dove il clima lo consente), e naturalmente delle case!

Il tutto per la soddisfazione ideale di
liberarci del giogo degli interessi delle multinazionali,
almeno per la Stevia.
Vi pare poco?

La prima necessità è dunque tenere i contatti ed essere reciprocamente informati di eventuali rivenditori, di come contattare chiunque voglia regalare o vendere piantine, e così via.  Niente di meglio dunque che un piccolo forum appositamente dedicato.  Qui ognuno può inserire ciò che crede, offrire o chiedere ad altri le piante, ed anche farsi pubblicità, si intende sulla Stevia!  Il webmaster di questo sito vigila solo per evitare per quanto possibile eventuali abusi.

    Ed ecco i primi risultati del forum:

  • scovati diversi indirizzi dove trovare le ultime piante!
  • scoperta la tecnica per far germogliare i semi, una meraviglia perché prima quasi nessuno ci riusciva!
  • trovato dove acquistare i semi, anche on-line!

Allora, clicca qui sotto, e tornaci spesso per controllare se ci sono novità!

forum di comunicazione della
Campagna Stevia libera!

Infine una vicenda da seguire. Il Parlamento Europeo ha approvato, a larga maggioranza, una risoluzione che - udite, udite! - chiede di rivedere la situazione (utilizzo, etichettatura, ecc) dell'Aspartame e della Stevia:  ci sarà l'esito sperato (condanna del dannosissimo Aspartame e "liberalizzazione" della Stevia), oppure vincerà ancora la lobby chimica?
Leggete qui: Stevia & Aspartame, comunicato stampa.

sei un webmaster?
Se hai un sito, sostieni la campagna "Stevia libera!".
Puoi liberamente pubblicare una copia di questo appello, o linkare direttamente questa pagina, magari inserendo uno di questi banner:



  

Oppure copia e incolla questo codice nelle tue pagine:

<A HREF="http://www.xmx.it/stevialibera.htm" TARGET="_blank"><IMG SRC="http://www.xmx.it/stevialibera1.gif" ALT="Campagna "Stevia libera!""></A>

Se questa pagina ti è piaciuta,
per favore clicca qui...


Nuovomondo di XmX - tutti i diritti riservati

HOME PAGE INDIETRO SU
@ per scriverci clicca qui.

 

Fiori di Bach
a domicilio...